Vai al testo, segue menu Vai all'inizio del menu, segue testo Vai al'inizio del menu

Beato Giovanni Paolo II

Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo! Alla sua salvatrice potestà aprite i confini degli stati, i sistemi economici come quelli politici, i vasti campi di cultura, di civiltà, di sviluppo. Non abbiate paura! Cristo sa cosa è dentro l'uomo. Solo lui lo sa!
Beato Giovanni Paolo II

Ieri pomeriggio, con un buon numero dei ragazzi del dopocresima e dei giovani (e meno giovani) della parrocchia, abbiamo fatto una veglia di preghiera, per poi arrivare alla celebrazione, stamani, della beatificazione di Papa Giovanni Paolo II.

Siamo partiti alle cinque dalla parrocchia, per raggiungere Circo Massimo, dove si svolgeva la veglia di preghiera organizzata dalla Diocesi di Roma. Veglia un bel po' deludente, ad onor del vero. Organizzata palesemente per fare numero e mostrarlo in TV, era più un talk show che una veglia di preghiera. Pochissimo coinvolgente per la piazza, tantomeno per una piazza piena di giovanissimi. Persino il Rosario, che ci aspettavamo come momento forte, è stato reso piuttosto tedioso. Peccato, davvero un'occasione sprecata da parte della Diocesi. Ci sono comunque diverse cose che si salvano, e tra tutte c'è la bellissima preghiera fatta dal Papa nell'altrimenti poco significativo intervento registrato che ha mandato. Un applausone ai supermercati Iper, che ci hanno fornito gratuitamente molte ottime cibarie confezionate.

Finita verso le 11 la veglia organizzata, è iniziata la nostra veglia, che consisteva in quattro catechesi. Una a Circo Massimo, sul martirio e sull'importanza del diventare testimoni con la propria vita, una alla Chiesa del Gesù, su Sant'Ignazio di Loyola, San Francesco Saverio e sull'importanza della missionarietà, una a Santa Maria in Vallicella, su San Filippo Neri e sulla gioia, e una che doveva svolgersi a Santo Spirito in Sassia, ma abbiamo dovuto svolgere altrove, sulla testimonianza della misericordia e sulla sofferenza di Giovanni Paolo II.

Le catechesi sono state meravigliose, e sono state davvero il piatto forte della veglia. Seguire delle catechesi, di notte, sentendo la fatica ma non accorgendosi troppo del sonno, è splendido. Già la veglia stessa è una magnifica catechesi.

Ci siamo poi, verso le quattro e mezza, avviati per raggiungere almeno Viale della Conciliazione. Ci siamo messi in fila, la fila è avanzata di poco, per poi stare ferma per una mezz'ora. Il servizio d'ordine, decisamente malgestito, ci ripeteva di aspettare e rimanere nella fila, con parecchia gente che si sentiva male e rinunciava. Abbiamo capito, attraverso fonti nostre, che Via della Conciliazione era ormai stracolma, e con difficoltà abbiamo convinto le guardie a farci uscire tutti per tornare indietro. Vedendoci uscire, molta gente ha iniziato a fare lo stesso, con le guardie che non avevano la più pallida idea di come comportarsi. Gestione davvero pessima. Abbiamo tentato di raggiungere un maxischermo vicino Castel Sant'Angelo, ma era strapieno anche lì. Ci siamo fermati comunque, senza poter vedere lo schermo, ma potendo almeno sentire. La situazione era però caotica, con gente ammassata, ed eravamo chiusi nell'area dove stavamo (peraltro con pochissimi e difficilissimamente raggiungibili bagni), perché se fossimo usciti non saremmo più potuti rientrare.

Alla fine abbiamo deciso di tornare a Circo Massimo, lontano da San Pietro, e abbiamo seguito con calma la celebrazione dagli schermi che erano lì. Celebrazione davvero bellissima, presieduta da un raggiante e sorridentissimo Benedetto XVI, chiaramente commosso nel dichiarare beato quello che è stato tra i suoi più grandi amici. Il Santo Padre ci ha donato anche una splendida omelia. Durante il tragitto verso Circo Massimo, abbiamo visto due scene niente male: un drappello di Cardinali che raggiungeva a piedi San Pietro, invece che con i soliti macchinoni, e due taxi con la bandiera libanese attaccata sul parabrezza che hanno sfilato dopo le auto blu ipercostose degli altri stati.

Nonostante la veglia diocesana, e nonostante i problemi organizzativi, posso dirmi davvero soddisfatto di come è andato il tutto. Ed era la prima veglia di una notte fatta con i ragazzi del Dopocresima. Vederli vivere così seriamente una forma di preghiera così radicalmente coinvolgente è stato bellissimo, e rendo grazie a Dio per ciò che sta compiendo in questi nostri ragazzi.

Trovate qualche foto da queste parti.

[ Permalink | Un commento | Commenta ]

Giugno

Come ho già avuto modo di dire un annetto fa, giugno è un po' il mio personale capodanno. Si chiude un anno, si chiudono man mano le varie attività, per lasciare il posto all'unica attività superstite: lo studio. Pur non essendo più a Fisica, e a rigore neanche a Scienze, sono comunque in un dipartimento che nasce a Scienze e che come tutta Scienze è in piena attività esamosa fino a fine luglio.

Si è già concluso, per quest'anno, il cammino del gruppo di Dopocresima, che è una tra le opere più grandi che il Signore ha fatto crescere sotto i miei occhi in quest'anno. L'anno scorso la crescita fu enorme, e quest'anno si sono creati ben altri due gruppi, con i cresimati di inizio anno. E ci sono tutte le premesse per fare ancora altri due gruppi l'anno prossimo, con gli iscritti al campo estivo che per il momento sono una settantina (tre volte quelli dello scorso anno, e lo scorso anno il passaggio dal campo al Dopocresima fu per molti piuttosto diretto). L'incontro conclusivo è stato molto bello, con un momento di condivisione dell'esperienza, e una cena tutti assieme. Mai mi sarei aspettato una cosa così grande; e bella quando cominciammo.

Finito anche il cammino con i ragazzi della catechesi, che l'anno prossimo, dopo un paio di mesi di catechesi, riceveranno il sacramento della Confermazione. Molti di loro li ho accompagnati da quando si sono affacciati alla catechesi, li ho portati a ricevere l'Eucarestia, e ora si avvicinano alla conclusione del loro cammino di iniziazione. Vederli crescere, e vedere la bellezza dell'opera di Dio in molti di loro, è una cosa meravigliosa, e da la certezza che quanto è stato seminato dal Signore attraverso noi catechisti e la nostra fatica non andrà perduto in nessuno di loro. Non credo che il prossimo anno prenderò un altro gruppo di catechesi, spero di potermi concentrare solo sull'attività del Dopocresima. Mi metterò a disposizione della Chiesa, e vediamo di cosa c'è bisogno.

E stanno finendo anche le varie attività lavorative, a brave mi pagheranno il sito TeaTrillo, realizzato per un progetto teatrale, e sto finendo il lavoro sul sito dell'Opera don Calabria di Roma, che ho consegnato ma che è in realtà ancora ampiamente in costruzione. E con la fine dell'anno scolastico si stanno concludendo anche le ripetizioni, che sono state davvero molte.

Le cose ancora da fare sono la conclusione dell'anno accademico e l'organizzazione del campo estivo.

L'anno accademico, molto particolare considerando che ho ricominciato da quasi zero, è andato piuttosto bene. Devo dare quattro esami tra fine giugno e fine luglio (a grandi linee: analisi matematica, java, algoritmi, assembler). In questo mese, per due degli esami, devo scrivere un bel po' di codice da presentare a fine corso.

La proposta del campo estivo, come ho detto, è stata un successone. Ho subito dato la mia disponibilità per l'organizzazione, convinto di non poter poi partecipare a causa degli esami. E invece, incredibilmente, in quei cinque giorni non ho esami, e quasi certamente mi troverò a partecipare. E ci tenevo parecchio, considerando che quest'anno partecipano sia i ragazzi che seguo nel Dopocresima, sia quelli che seguo nella catechesi sacramentale. C'è un bel po' di lavoro da fare, ma come è stato chiaro lo scorso anno, il grosso lo fa Dio, e lo fa anche bene.

E il dono più bello che Dio mi ha fatto nella mia vita, il mio cammino con Gloria, si avvicina al suo secondo compleanno, chiudendo un anno meraviglioso, e aprendone uno nuovo sicuramente altrettanto splendido. Ma questo è un altro post.

[ Permalink | Un commento | Commenta ]
© Lorenzo Breda 2005 - 2014. Alcuni diritti riservati
Valid XHTMLWCAG Level AA compilantXFN friendly

Cerca

Me

me

Twitter status

Posizione

Ultimi libri

Ultime foto

Oggi

  • Nessun evento.

Domani

  • 10:00: Opera don Calabria
  • 16:00: Ripetizioni - Giada

Si dice in giro...

Temporaneamente disabilitato.

Etichette

Blogroll (opml)

Archivio

    Torna al menu | Torna al testo