Vai al testo, segue menu Vai all'inizio del menu, segue testo Vai al'inizio del menu

GT-I5500

Come promesso, eccomi a parlare del mio nuovo telefono.

Prima, però, un po' di storia, che si rende necessaria per comprendere la portata dell'evento

.

Resistetti senza cellulare fino ad aprile 2004. In quell'anno mi regalarono un Nokia 3510i, cellulare al quale sono tutt'ora piuttosto affezionato. Pratico, comodo e con un'autonomia pazzesca, si è fatto utilizzare senza problemi per anni, rendendomi decisamente integrato con la sua interfaccia. Mi venne impostata una suoneria (Upswing) più o meno per scherzo un paio di estati dopo, mentre animavo un GREST, alla quale mi sono abituato al punto da cambiarla con difficoltà. Insomma, il 3610i è stato il MIO telefono, per parecchio tempo. Tutti passavano a telefoni superaccessoriati, e io continuavo a ritenere fosse del tutto inutile.

Un annetto fa circa, il 3510i mi ha lasciato. Inizialmente non funzionava bene uno dei tasti, poco utile. Man mano, se ne sono rovinati altri, fino a renderlo completamente inutilizzabile, nonostante si trovi tutt'ora a portata di mano vicino la scrivania. Mio malgrado, ho dovuto sostituirlo. Volevo farlo per bene, ma non avendo la necessaria pecunia, presi un vecchio telefono di mio padre, il Nokia 6610, che aveva il vantaggio di avere un'interfaccia non troppo dissimile dal mio telefono. Ma non aveva la mia suoneria (subito trasferita, nonostante non fosse semplice, considerato che il 3510i non poteva essere collegato al PC e il 6610 avesse come unica interfaccia di collegamento l'infrarosso), non era del tutto identico, e, in generale, non era il mio telefono.

E così giungiamo ai nostri giorni. A fine novembre mi sono deciso a fare il grande passo. Ho acquistato un Samsung GT-I5500, noto anche come Corby Smartphone o come Galaxy 5.

Si tratta di uno smartphone con sistema operativo Android (2.1, pare uscirà a breve l'aggiornamento ufficiale 2.2), il sistema operativo sviluppato da Google.

Dopo averlo lasciato per un mese in assistenza per dei problemi al GPS (ci doveva mettere mooolto meno, ma al centro di assistenza dimenticarono di spedirlo per la riparazione -___-), posso finalmente parlarne un po', essendo riuscito a provarlo per bene

Le due cose che cercavo, per pareggiare la perdita del 3510i, erano una buona gestione di posta elettronica ed agenda, che sono due strumenti che ormai sono per me abbastanza essenziali. E sono stato pienamente accontentato. L'integrazione con Gmail, che utilizzo, è pazzesca, e ricevo le mail praticamente in tempo reale. Anche il software per l'agenda è molto, molto ben fatto, ed è integrato con Google Calendar, con cui a mia volta ho integrato questo sito riscrivendo qualche riga di codice. L'integrazione con i servizi di Google va ben oltre, ovviamente. C'è addirittura Picasa, che però non utilizzo.

A parte queste due fondamentali funzioni, ho trovato molto comodo e molto preciso anche il GPS. Nel telefono ci sono preinstallati Google Maps (che, se utilizzato in modalità mappa senza foto satellitare, consuma pochissima banda), e un navigatore da automobile (vale la stessa considerazione). Ho anche installato una mappa offline basata su OpenStreetMap (MapDroyd), un software per il geocaching (c:geo), un'ottima bussola (il telefono ha anche una bussola elettronica) e Google SkyMap, un planetario a realtà aumentata (pazzesco).

Comodissimo ovviamente anche il WiFi, per quanto i 250MB settimanali che la TIM mi concede, se ci si risparmia Youtube, bastano e avanzano

L'apparato di applicazioni scaricabili è enorme, ma tanto. E moltissime sono gratuite. Tra tutte, segnalo soprattutto quella di DropBox (archiviazione remota, gratis), Orari Trenitalia Pro (pagamento risibile, la versione gratis non mostra la posizione dei treni), IMDb (Internet Movie Database, gratis) e Facebook (gratis). Micidiale anche la neonata Google Books, che non esiste per l'Italia, ma che ho ottenuto di straforo (legalmente, eh).

Gli svantaggi che ho trovato sono fondamentalmente due.

  • Il primo è l'autonomia. Se si utilizza mediamente, sfruttando anche il WiFi, la batteria dura circa una giornata. Non so la media degli smartphone, ma il 3510i arrivava senza problemi ad una settimana. Da questo problema ho tratto due insegnamenti. Se dovete solo chattare, collegatevi senza rete 3G: consuma mostruosamente meno. In ogni caso, meglio il 3G che il WiFi. Quando siete in metropolitana, se non ci sono i ripetitori, spegnete l'antenna: non trovando campo la potenza viene impostata a quella massima, e succhia parecchia batteria (vale per qualunque telefono, eh). Oltre a scaricare la batteria, le onde elettromagnetiche non fanno per nulla bene, non voglio pensare allo schifo elettromagnetico che c'è in un vagone della metro.
  • Il secondo, invece, è il fatto che le applicazioni possono essere messe solo nella memoria interna del telefono, che è poca, un centinaio di MB. La cosa però sarà risolta se pubblicano (come pare certo) l'aggiornamento ad Android 2.2, che supporta la memorizzazione delle applicazioni su SDHC.

Insomma, se cercate uno smartphone economico (199€ di listino, io lo pagai 179€ e oggi lo vidi a 159€) che, anche se senza troppe pretese, faccia bene ciò che uno smartphone deve fare, il GT-I5500 è davvero molto buono. E Android è meravigliosamente ottimo, non spendete un capitale per un iPhone e per i suoi servizi a pagamento, quando ci sono telefoni Android che allo stesso prezzo offrono molto di pi&urgrave;, senza chiedervi un centesimo in più di quanto spendete per il telefono.

[ Permalink | 4 commenti | Commenta ]

Blog e telefono

Questo è un post dedicato un po' agli smanettoni e un po' ai curiosi. I curiosi daranno un'occhiata alle nuove funzioni del blog, mentre gli smanettoni troveranno da smanettare sui loro siti e blog. Si rivolge soprattutto agli smanettoni dotati di Android, ma volendo anche di smartphone in generale, e di un sito. Tra i miei lettori credo ce ne siano almeno un paio.

Ho aggiunto (o modificato) qualche funzionalità della colonnina a destra di questo blog, integrandolo ad alcune funzioni del mio nuovo telefono, del quale parlai nello scorso post.

Le prime due modifiche sono piuttosto evidenti: è (ri)comparso un nuovo boxino, "Posizione", con due voci.

La prima voce riguarda la mia posizione attuale. Si basa sul servizio Google Latitude ed è aggiornata praticamente in tempo reale. La posizione viene inviata dal telefono al server Latitude circa due/tre volte l'ora (più frequentemente se sto utilizzando Google Maps sul telefono), e il blog se ne accorge immediatamente. La cosa è stata realizzata grazie all'API JSON fornita da Latitude, e ad un banale scriptino in php. La posizione fornita ha la città come massima risoluzione, e quindi non mostrerà nulla di più. La posizione a risoluzione migliore ` disponibile solo agli utenti Latitude a cui permetto di vederla.

La seconda voce, invece, riguarda l'ultimo check-in su Fourquare, un sistema a metà tra un gioco sociale e un social network basato sulla posizione (wikipedia ne parla qui). Questo è un modo per condividere in maniera più precisa la mia posizione, ma solo quando lo desidero io. Sto anche lavorando ad un sistema di filtraggio dei check-in che non voglio mostrare. Tutta questa funzione è in via completamente sperimentale, poiché non sono affatto sicuro di voler condividere pubblicamente i miei check-in. Il sistema è basato sul feed RSS fornito da Foursquare, e sull'ottima libreria di parsing RSS SimplePie. Non è perfettamente in tempo reale, a causa di un sistema di caching, in questo caso superfluo e da togliere, fornito da SimplePie.

Ma c'è anche una vecchia funzione, che ha subito una pesante, sebbene invisibile, modifica. Da parecchio tempo ci sono un paio di boxini con gli impegni di oggi e domani, e con un link all'agenda, cose che mi tornano molto comode quando mi si chiedono i giorni liberi per ripetizioni e altro. Prima il tutto si appoggiava ad un file iCalendar, modificato via FTP da un programma di agenda sul mio PC. Ciò richiedeva due agende distinte, una sul PC da aggiornare a casa, e una cartacea da portarsi dietro, che andavano costantemente sincronizzate. Ovviamente a mano. Ora, invece, ho appoggiato tutto sul servizio Google Calendar. Calendar fornisce un file iCalendar, che viene parsato dall'applicazione phpMyCalendar (quella che crea l'agenda linkata), la quale poi fornisce gli elenchi degli impegni di un periodo da me stabilito in formato RSS, che viene poi parsato da SimplePie. L'agenda linkata è in tempo reale, mentre le liste degli appuntamenti soffrono del ritardo dovuto alla cache. Il calendario di Google Calendar viene mantenuto costantemente sincronizzato dal telefono, e mi permette di modificare in tempo reale l'agenda sia dal PC che dal telefono. Non tutti gli eventi sono pubblici: ho la possibilità di mostrarne solo l'orario o di non mostrarli affatto.

Grazie a Francesco, nonostante lui ancora non lo sappia, ho scoperto Miso, un social network analogo a Foursquare, ma che riguarda i telefilm invece delle posizioni. Non guardo telefilm a quintali, al momento sto seguendo solo The Big Bang Theory, ma non escludo di integrare anche quello qui dentro prossimamente.

Tutta questa roba si va ad aggiungere agli automatismi basati su RSS già presenti precedentemente, come la visualizzazione dello status Identi.ca/Twitter, gli ultimi libri inseriti su aNobii, le ultime foto pubblicate e le ultime novità dal blogroll. Con RSS si può fare parecchia roba carina, credo venga sfruttato troppo poco.

[ Permalink | 2 commenti | Commenta ]
© Lorenzo Breda 2005 - 2014. Alcuni diritti riservati
Valid XHTMLWCAG Level AA compilantXFN friendly

Cerca

Me

me

Twitter status

Posizione

Ultimi libri

Ultime foto

Oggi (agenda)

  • 22:00: Veglia e Messa di Pasqua

Domani

  • 0:00: Veglia e Messa di Pasqua

Si dice in giro...

Temporaneamente disabilitato.

Etichette

Blogroll (opml)

Archivio

    Torna al menu | Torna al testo